XXXTentacion, chi era l’astro nascente del rap americano – VIDEO

Written by on 19 Giugno 2018

XXXTentacion, chi era l'astro nascente del rap americano - VIDEO

XXX Tentaction è morto lunedì 18 giugno in seguito ad una sparatoria: il rapper aveva solamente 20 anni.

Chi era XXXTentacion? Astro nascente della "nuova" scena rap statunitense, il rapper aveva fatto molto parlare di sé negli ultimi mesi non tanto per la sua musica quanto per vicende legate alla sua vita privata.

Classe 1998, Jahseh Dwayne Onfroy – questo il suo vero nome – era originario di Plantation, in Florida. Figlio di madre dominicana e di padre giamaicano, Jahseh non ebbe un'infanzia semplice. La madre non riusciva a mantenerlo, così lo mandò a vivere dalla nonna. Il piccolo Jahseh era un bimbo problematico: a 6 anni pugnalò un uomo perché stava maltrattando sua madre e fu espulso da scuola dopo essere stato coinvolto in una rissa.

La passione per la musica arrivò negli anni dell'adolescenza, quando Jahseh cominciò ad ascoltare il rap, ma anche un po' di nu-metal e di hard rock. Provò pure ad imparare a suonare, da autodidatta, chitarra e pianoforte. Sua mamma e sua zia lo spinsero ad iscriversi al coro della scuola: ma venne espulso dopo aver preso a pugni un compagno di classe.

Nel 2013 il ragazzo era finito in un carcere minorile, beccato con un'arma da fuoco. Nel 2014, uscito dal carcere, aveva aperto un profilo SoundCloud e aveva cominciato a caricare i suoi pezzi. Erano poi arrivati anche due EP ("The fall" e "Ice house"), cancellati però poco tempo dopo, in concomitanza con l'uscita del suo primo mini-album ufficiale, "Heartbreak hotel".

Erano successivamente arrivati altri guai con la giustizia: nel novembre del 2015 XXXTentacion era stato accusato di violazione di domicilio e di rapina. Era stato per questo motivo arrestato nel 2016 e condotto nel carcere di Fort Lauderdale, in Florida – poco dopo gli erano stati concessi gli arresti domiciliari. Nel frattempo aveva pubblicato su SoundCloud un'altra traccia, "Look at me".

Il suo caratteraccio gli creava problemi anche nelle relazioni: la sua fidanzata aveva denunciato di essere stata vittima di molestie e abusi. Il rapper avrebbe minacciato di penetrare nella sua vagina con un detergente e un forchettone da barbecue. L'avrebbe inoltre presa a calci e pugni dopo averla sentita cantare la canzone di un altro artista. La ragazza aveva scoperto pure di essere incinta: in un primo momento non aveva parlato delle molestie, ma poi aveva raccontato tutto nei mesi successivi la fine della loro relazione. XXXTentacion era stato arrestato, di nuovo. Salvo poi essere scarcerato nel marzo del 2017. A pubblicare la testimonianza della ragazza era stato Pitchfork, nel settembre del 2017.

"Look at me" aveva cominciato a scalare le classifiche americane (conquistando anche un disco di platino) e XXXTentacion era tornato a pubblicare nuova musica: nel maggio del 2017 era uscito "Looking for a star", prodotta da Diplo. E subito dopo era stato consegnato al mercato il primo mixtape del rapper, "Revenge", che raccoglieva otto pezzi già pubblicati su SoundCloud.

Il primo album ufficiale del rapper, "17", era arrivato nell'agosto del 2017. Nell'ottobre del 2017 era stata annunciata la firma di un contratto discografico con Caroline, un sotto-marchio del gruppo Universal Music Group: secondo una fonte, l'accordo si sarebbe aggirato intorno ai 6 milioni di dollari. Ma dopo appena una settimana XXXTentacion aveva annunciato sui social di aver mandato a puttane quel contratto. Subito dopo, un suo portavoce aveva smentito quanto scritto da XXXTentacion e confermato che il rapper è ancora sotto contratto con l'etichetta. Fatto sta il secondo album del rapper, "?", uscito lo scorso marzo (anticipato dai singoli "Sad!" e "Changes"), era stato pubblicato dall'etichetta Bad Vibes Forever.

XXXTentacion aveva un pessimo rapporto anche con i fan e con gli spettatori dei suoi concerti più in generale. Durante le sue esibizioni finiva spesso per fare a botte con i fan: lo scorso giugno diede un pugno a un ragazzo durante un concerto a Salt Lake City, mentre nel bel mezzo della sua esibizione al Rolling Loud Festival, lo scorso ottobre, colpì un fan in testa con un microfono. "È stato un atto di legittima difesa", si giustificò lui.

APPROFONDISCI:

Scheda artista
Tour&Concerti

Testi

Follow


XXXTentacion, la recensione di "?"

Chi è XXXTentacion? Dell'astro nascente della "nuova" scena rap americana ve ne abbiamo parlato pochi giorni fa in questo articolo. Qui parliamo del suo nuovo album, "?" (si legge "Question mark…
Vai alla recensione


Radio Emotions
Current track
TITLE
ARTIST

Apple Winamp windows Media Player Real Player QuickTime
WhatsApp Logo