‘The Piper at the Gates of Dawn’ usciva 51 anni fa: così è nato il mito dei Pink Floyd

Written by on 4 Agosto 2018

'The Piper at the Gates of Dawn' usciva 51 anni fa: così è nato il mito dei Pink Floyd

Per i fan dei Pink Floyd "The Piper at the Gates of Dawn" rappresenta il Sacro Graal della discografia della band che qualche anno dopo sarebbe stata assurta a leggenda con album come "The Dark Side of the Moon" e "Wish You Were Here", essenzialmente per due ragioni: oltre ad essere il primo album consegnato agli annali da una delle band da sempre considerate più rilevanti nella storia del rock, quelle pubblicato esattamente 51 anni fa, il 4 agosto del 1967, è l'unico disco registrato dai Pink Floyd sotto la reggenza di Syd Barrett, che proprio durante la promozione del dubutto sulla lunga distanza della formazione britannica iniziò la lunga e triste parabola discendente – artistica e soprattutto umana – che lo porterà a sparire dalla circolazione restando – almeno fino al 2006, anno della sua morte – una presenza eterea e impalpabile nel cuore e nelle orecchie degli appassionati di tutto il mondo.

Tra citazione letterarie, incomprensioni discografiche, anticipi modesti, concerti disastrosi ed exploit in classifica – "postumi", per così dire – registrati in due soli paesi al mondo, uno dei quali conosciamo molto bene, ecco, nelle pagine che seguono, alcune curiosità su un disco – se non "il" disco – che ha ridefinito per sempre i canoni del rock sperimentale. Buona lettura!


Avanti


Radio Emotions
Current track
TITLE
ARTIST

Apple Winamp windows Media Player Real Player QuickTime
WhatsApp Logo