Nick Cave: ‘Sento la presenza di mio figlio’

Written by on 4 Novembre 2018

Nick Cave: 'Sento la presenza di mio figlio'

"Sento la presenza di mio figlio, tutt'intorno, ma potrebbe non esserci. Lo sento parlare con me, guidarmi": così Nick Cave ha raccontato ad una fan di percepire in qualche modo la presenza di suo figlio Arthur, scomparso nel luglio del 2015, all'età di 15 anni, dopo essere precipitato giù da una scogliera.

Qualche giorno fa il cantautore ha aperto il sito "The red hand files", in cui i fan postano delle domande alle quali Nick Cave può scegliere se rispondere o meno. A volte risponde lasciandosi andare a lunghe riflessioni, come ha fatto negli scorsi giorni con un fan che gli ha chiesto come si sente ora a scrivere, dopo l'ultimo disco e la scomparsa del figlio. E come ha fatto nuovamente nelle ultime ore con la fan che gli ha chiesto se ogni tanto percepisce la presenza di suo figlio Arthur e se comunica con lui in qualche modo.

La risposta di Nick Cave si è trasformata in una lunga riflessione sulla vita, sulla morte e sul dolore:

"Se amiamo, proviamo dolore. Questo è il patto. Il dolore e l'amore sono sempre intrecciati. Come l'amore, il dolore non è negoziabile. […] Crea i tuoi spiriti. Chiamali, tienili vivi e parlaci. I fantasmi e gli spiriti sono le mani che ci riportano al mondo da cui siamo stati scaraventati fuori".

Potete leggere il post integralmente cliccando qui.

APPROFONDISCI:

Scheda artista
Tour&Concerti

Testi


Nick Cave, la recensione di "DISTANT SKY – LIVE IN COPENHAGEN"

E' difficile smentire chi sostiene che vedere Nick Cave dal vivo sia un'esperienza di rara potenza e che l'ex Birthday Party con gli anni migliori pure. L'ultimo tour, quello del…
Vai alla recensione


Radio Emotions
Current track
TITLE
ARTIST

Apple Winamp windows Media Player Real Player QuickTime
WhatsApp Logo