Maneskin: “Lasciatevi andare e scatenatevi con il Ballo della vita”

Written by on 24 Ottobre 2018

Esce venerdì 26 ottobre “Il ballo della vita“, album di esordio dei Maneskin. Il gruppo romano, arrivato secondo nella scorsa edizione di X Factor pur avendo catalizzato tutta l’attenzione del pubblico, ha anche annunciato un tour europeo che partirà a febbraio. “Questo disco è un messaggio di libertà – dicono -, ed è la dimostrazione che con il lavoro e l’impegno si possono concretizzare i propri sogni”.

Per una volta in tre invece che in quattro, a causa dell’operazione di appendicite a cui è stato sottoposto il batterista Ethan, la band ha affrontato la stampa per presentare la prima fatica, da molti attesa come prova del nove. “Il ballo della vita” è un album presenta tutti gli elementi che hanno caratterizzato fin qui il percorso dei quattro giovanissimi (tutti tra i 17 e i 19 anni): freschezza, entusiasmo e un notevole mix di influenze, al limite della schizofrenia stilistica, riuscendo a passare da un riff hard rock a un flow trap nel giro di pochi secondi, mischiando ritmi latini, funky, cantautorato italiano, dance anni 80. E chi più ne ha più ne metta. Una corsa impazzita tra generi che i quattro rivendicano con forza. “Ognuno di noi ha riferimenti musicali diversi, che vanno dai Led Zeppelin al rap a Paolo Nutini – spiegano -. E tutto questo è andato a confluire nella scrittura, senza barriere di sorta. Questo album per noi è un messaggio di libertà totale: estetica, musicale e attitudinale. In questo senso il titolo rappresenta appieno il concetto dell’album. Il ballo è l’azione che fa perdere le sovrastrutture e fa uscire la parte più spontanea di noi”.

A incarnare questo concetto di libertà c’è il personaggio di Marlena, filo conduttore dei testi che si dividono tra italiano e inglese. “Abbiamo scelto una donna per l’ideale di bellezza che doveva veicolare – spiega Damiano -. Abbiamo cercato di dare un volto al nostro messaggio. Nel disco abbiamo cercato di toccare la gamma più vasta possibile di emozioni”. Il messaggio di libertà che esce dalle canzoni non è l’unico che i Maneskin si sentono di veicolare. L’album è stato preceduto da una campagna di manifesti incentrata sugli insulti che il gruppo ha ricevuto sui social. “Più che agli haters abbiamo voluto dare un messaggio al ragazzo che ne finisce vittima – spiega Victoria -. Bisogna avere la forza di andare avanti e fregarsene. Quando ancora non eravamo conosciuti e giravamo vestiti leopardati ce hanno detto di ogni, ma noi abbiamo proseguito per la nostra strada. Tanto più che di solito è quando stai facendo bene le cose che ti insultano, se fai male non ti calcola nessuno”.

Il terzo messaggio, quello di libertà e quello della sicurezza di sé, e quello incarnato dalla band stessa, che sottolinea l’importanza dell’impegno e del lavoro. “Siamo un esempio di come la dedizione e il duro lavoro possono portare a dei risultati – sottolinea Damiamo -. Il nostro percorso è stato breve ma dietro abbiamo una serie di porte sbattute in faccia, abbiamo suonato nei peggiori pub, ma abbiamo sempre dato il massimo anche quando avevamo davanti due persone. Abbiamo sempre lavorato duramente per raggiungere il nostro sogno: dopo la scuola passavamo i pomeriggi a suonare, come fossimo dei professionisti. E adesso siamo qui”.

Qui, al traguardo del primo disco. Un traguardo talmente importante che il gruppo ha voluto immortalarne la realizzazione in un docu-film, “This Is Maneskin”, che sarà proiettato nei cinema italiani, solo per un giorno, mercoledì 24 ottobre alle 20:30, seguito da una performance live che sarà trasmessa in diretta in tutte le sale. “Il film non è la celebrazione della nostra carriera, sarebbe stato ridicolo – specificano -. Abbiamo voluto mostrare la realizzazione di un sogno, un gruppo di ragazzi che arriva a pubblicare il suo primo disco: il primo disco non si scorda mai”.

Disco che adesso comincerà il proprio viaggio tra il pubblico. Prima con gli instore, e poi con il tour vero e proprio: alla tournée autunnale di 15 date già sold out, si sono aggiunti altri 10 concerti che partiranno in primavera. Inoltre, a febbraio 2019 la band sarà pronta a girare l’Europa con una serie di date sui palchi di Spagna, Svizzera, Francia, Belgio, Inghilterra e Germania.

(Fonte: Tgcom24)

Radio Emotions
Current track
TITLE
ARTIST

Apple Winamp windows Media Player Real Player QuickTime
WhatsApp Logo