Lodo Guenzi: «Di nuovo giudice di X Factor? Nessuno mi ha chiesto di restare»

Written by on 11 Dicembre 2018

L’incarico di sostituire Asia Argento alla guida dei Gruppi di X Factor è stato impegnativo, forse accolto con «un po’ di incoscienza». Lo dice Lodo Guenziche, intervistato dal Corriere della sera, fa un bilancio dell’esperienza ormai agli sgoccioli e che potrebbe concludersi qui, senza un rinnovo per il prossimo anno. «Finora nessuno mi ha rincorso e si è messo in ginocchio per chiedermi di restare, ma non so cosa direi», spiega il cantante una volta presa coscienza del forfait di due veterani come Fedez e Manuel Agnelli: «È una scelta che rispetto e capisco. Non credo che potrei fare il giudice per chissà quanto e non so se voglio essere famoso per molti anni».

View this post on Instagram

Andata. Mi spiace tanto per i draghi. Avevamo fatto una cosa bella e ieri sera forse per la prima volta eravamo tutti completamente convinti . Fa male perché per la seconda volta una band esce dopo aver fatto una delle esibizioni che più hanno entusiasmato il teatro e anche noi al tavolo. I draghi si fermano a metà strada, e fa male. La delusione per il ballottaggio dopo una performance del genere mi ha reso difficile essere sereno per le due ore successive, nonostante l’ennesima meraviglia dei Bowland. Sono stati bravissimi! Non vi nascondo che tutto l’affetto improvviso di queste ultime settimane da parte di tanta gente che non mi conosceva e non ci conosceva come band ha qualcosa di surreale alla quale non mi sono ancora abituato: se quindici giorni fa “ogni messaggio era una carezza per la fatica”, oggi al di sopra dei messaggi resta l’amarezza per un percorso a metà di una band che mi ha espressamente richiesto di fare “le cose matte” e che ieri, al di la di ogni giudizio, ha oggettivamente fatto proprio una bella cosa, giusta, perfetta per loro. Una cosa che non avrebbe avuto gli strumenti e le idee per farla in maniera convincente due o tre settimane, e questo a vent’anni deve poter succedere. Un fiore appena sbocciato e che spero possa crescere sano e forte anche fuori. Per i miei adorati Seveso spero che questo sia solo un inizio, spero possano continuare a stare bene insieme, che continuino a divertirsi a, uniti, forti, e divertiti come li ho visti in queste settimane. Anzi, non lo spero, ve lo dico. Senza dirvi di più. Mi curo nella maniera migliore che conosco, stasera in scena a Ravenna (sold out), domani casalmaggiore, domenica fabrico. #maratona #male #draghi

A post shared by Lodo Guenzi (@influguenzer) on

X Factor Lodo si è fatto le ossa, si è confrontato per la prima volta con il mezzo audiovisivo e con i commenti implacabili del pubblico, che spesso gli rimproveravano commenti troppo verbosi e per niente concisi. «La mia lodorrea poi è stata capita. Era peggio essere criticato per non avere niente da dire», ribatte il leader dello Stato Sociale ricordando i primi ostacoli da attraversare, soprattutto legati al meccanismo: «Molte scelte vanno fatte in anticipo e non si possono cambiare. Ho cercato di imparare dai miei errori». Con i colleghi, invece, il rapporto è stata un’altalena di alti e bassi: «C’ho messo un po’ per ambientarmi. Mi sono seduto fino in fondo su quella sedia dalla terza puntata. Certi modi un po’ ruvidi dipendevano forse dal non aver fatto il percorso prima: quando arriva qualcuno di nuovo è normale dare due colpetti qua e là per vedere come regge».

Qualche piccolo screzio, dopotutto, c’è stato, ma si è risolto in tempi brevi con buona pace di Guenzi: «Non sono aggressivo ma irremovibile: anche quando c’è stato quel malinteso con Mara ho portato avanti la mia idea senza inutili isterismi». Tornando, invece, ad Asia Argento, colei che da Chiambretti aveva rimproverato non solo le scelte di Lodo ma anche il suo comportamento via social, la risposta è diplomatica: «In generale ho sospeso da qualche tempo i messaggi social, ho cercato di fare pulizia nella mia testa. Lei si esprime in modo rock ma non è facile che io mi offenda».

(Fonte: VanityFair)


Radio Emotions
Current track
TITLE
ARTIST

Apple Winamp windows Media Player Real Player QuickTime
WhatsApp Logo