Lizzo, questione di stile

Written by on 6 Aprile 2019

Un terzo di Beyoncé. Un terzo di Mariah Carey. Un terzo di Beth Ditto. Aggiungere una spruzzata di Nicky Minaj e agitare vigorosamente:  il cocktail tutta energia del quale sentiremo parlare nei mesi a venire è pronto da servire freschissimo. Chiamiamolo Juice di Lizzo e ordiniamone pure un bicchierone. Juice è la sua hit del momento. E Lizzo è lei, l’incontenibile hip hop star destinata a un successo planetario.
All’anagrafe Melissa Jefferson, classe 1988, originaria di Houston, Texas, già da una manciata di anni sulle scene, Lizzo ha tutto dalla sua.

Una voce che apriti cielo, una simpatia innata, per la quale non deve nemmeno sforzarsi, un singolo già tormentone e un nuovo, attesissimo, album (Cuz I love you), che uscirà il prossimo 19 aprile.

E poi Lizzo arriva al momento giusto. Quando, se non ora, potrebbe rischiare di piacere a tutte le latitudini e a tutte le longitudini del globo? Perché Lizzo è sfrontata, semplice, genuina, onesta, sincera, divertita e divertente. E perfettamente a suo agio in quel corpo così lontano dagli stereotipi da pop star. Ma così vicino alla concerta verità del corpo di tutte le donne, che, proprio in questa fase storica e sociale, hanno saputo riconquistarlo a colpi di consapevolezza e autenticità.
Se Lizzo è un esempio da manuale di body-positivity da terzo millennio, è anche e soprattutto grazie alla spensierata verve con la quale affronta la scelta dei suoi outfit per tappeto rosso e palcoscenico. Con una grinta da Big Grrrl in uno Small World, per parafrasare il titolo del suo secondo album, pubblicato nel 2015.


Radio Emotions
Current track
TITLE
ARTIST

Apple Winamp windows Media Player Real Player QuickTime
WhatsApp Logo