Intercity – la recensione di “Laguna”

Written by on 4 Settembre 2018

Intercity - la recensione di "Laguna"

A tre anni di distanza “Amour”, gli Intercity di Fabio Campetti tornano con un nuovo lavoro in studio. “Laguna” è un disco che si discosta non poco dal pretendete “Amur”, un lavoro ricco e maturo che permette alla band una differente ricerca sonora e un'esplorazione di territori del pop indipendente finora non toccati dal collettivo lacustre. Prodotto interamente dagli Intercity, fatta eccezione per “L’indiano” prodotta da Fausto Zanardelli, “Laguna” conta la bellezza di ventidue pezzi in cui i respiri classici del pianoforte, del violino e del trombone, incontrano la modernità elettronica del synth e della drum machine, e vengono portati per mano dagli immancabili basso e chitarra.

Diciamo che la cosa principale da dire è che avevo un sogno del cassetto: fare un disco doppio, ovviamente non tanto per, ma con tutte le canzoni al posto giusto secondo il nostro modus operandi. Ci tenevo davvero. Ci avevo provato con l'album precedente, ma non ci ero riuscito. E pure con questo abbiamo tentennato non poco, continuavamo a cambiare idea, sul fatto di pubblicare prima un capitolo poi un secondo…

Leggi la recensione completa di "LAGUNA" cliccando qui

APPROFONDISCI:

Scheda artista
Tour&Concerti

Testi

Follow


Intercity: leggi qui la recensione del nuovo "Laguna"

Diciamo che la cosa principale da dire è che avevo un sogno del cassetto: fare un disco doppio, ovviamente non tanto per, ma con tutte le canzoni al posto giusto secondo il nostro modus operandi…
Vai alla recensione


Radio Emotions
Current track
TITLE
ARTIST

Apple Winamp windows Media Player Real Player QuickTime
WhatsApp Logo