I Greta Van Fleet non vogliono fare la fine degli Oasis

Written by on 6 Novembre 2018

I Greta Van Fleet non vogliono fare la fine degli Oasis

Fratelli coltelli, recita un popolare detto. Nella storia del rock sono volati non pochi coltelli, tra fratelli. La mente va subito ai Gallagher, che a distanza di quasi dieci anni dallo scioglimento degli Oasis continuano ancora oggi a lanciarsi frecciatine e insulti via social. Ma discussioni tra fratelli hanno caratterizzato anche la storia di gruppi come i Kinks di Ray e Dave Davies e i Black Crowes dei fratelli Chris e Rich Robinson, solo per citarne un paio. I Greta Van Fleet, composti dai fratelli Joshua, Jake e Sam Kiszka (accanto a loro c'è il batterista Danny Wagner) vogliono tenersi lontano da tutto questo. Anche se riconoscono che fare musica insieme ai propri fratelli non è la stessa cosa che farlo da soli, in un'intervista concessa a Consequence of Sound i fratelli Kiszka ammettono di non riuscire a fare a meno l'uno dell'altro. "Quando menzioniamo queste band al bassista Sam Kiszka, ci risponde che non crede che succederà lo stesso con i Greta Van Fleet", ha scritto l'intervistatore. A quest'ultimo, Sam ha raccontato:

"Tendiamo ad essere molto aggressivi e a volte anche testardi, quando si tratta di creatività. E ognuno ha un ruolo nel processo creativo. A volte Josh e Jake volano tra le stelle e io li riporto giù. A volte sono io che volo troppo in alto".

Lo stesso Sam, parlando a nome dei suoi fratelli, ha poi aggiunto a proposito delle discussioni tra fratelli:

"Penso che tutti ci picchiamo a vicenda regolarmente… Sto scherzando! Ma in realtà questo succedeva quando suonavamo ancora nel garage. Ci sono cose molto speciali che accadono tra fratelli, quando si è in una band. Non abbiamo paura di dirci delle cose. Questo vale anche per Daniel".

I Greta Van Fleet hanno appena pubblicato il loro album d'esordio, "Anthem of the peaceful army", che ha debuttato al terzo posto della classifica statunitense (anche se più di una rivista lo ha recensito negativamente – Pitchfork lo ha sonoramente stroncato, dandogli solamente un punteggio di 1.6 su 10). La band sarà in Italia il prossimo 24 febbraio, per un'unica data a Milano.

APPROFONDISCI:

Scheda artista
Tour&Concerti

Testi

feb

24


Greta Van Fleet in concerto


Alcatraz


Milano


Scopri tutte le date


Gli inni hippie dei Greta Van Fleet fanno un gran rumore: la recensione dell'album d'esordio

Certi dischi sollevano domande. Quella che sorge dopo aver ascoltato “Anthem of the peaceful army” è questa: che cos’è il rock nel 2018? Un suono da replicare? Una tradizione da rispettare? Una…
Vai alla recensione


Radio Emotions
Current track
TITLE
ARTIST

Apple Winamp windows Media Player Real Player QuickTime
WhatsApp Logo