David Morales, il DJ come Paul McCartney: arrestato in Giappone per droga. VIDEO

Written by on 7 Ottobre 2018

David Morales, il DJ come Paul McCartney: arrestato in Giappone per droga. VIDEO

Il disc jockey americano David Morales è stato arrestato oggi nell’aeroporto giapponese di Fukuoka: è accusato di aver importato illegalmente sostanze stupefacenti (sarebbe stato trovato in possesso di una piccola quantità di ecstasy). Lo riporta il quotidiano giapponese Asahi Shimbun.
Secondo le autorità, il DJ aveva con sé nel bagaglio a mano cinque granuli di MDMD, del peso complessivo di 0,3 grammi.
Secondo il quotidiano, il cinquantaseienne Morales si è dichiarato innocente:

“Non è roba mia, qualcuno ha voluto incastrarmi”.

Morales ha lavorato, fra gli altri, come remixer e produttore per Mariah Carey, Aretha Franklin, Michael Jackson e Janet Jackson, ha vinto un Grammy Award nel 1996 per la produzione di “Fantasy” di Mariah Carey e un Grammy come “remixer dell’anno” nel 1998.
Le leggi giapponesi sono particolarmente severe, in merito di stupefacenti: il possesso di quantità anche minime prevede il carcere fino a sette anni e una multa di tre milioni di yen (più di ventimila euro). Lo ha imparato a sue spese, nel 1980, Paul McCartney, che – trovato con della marijuana in valigia – trascorse nove giorni in una cella di Tokio.

(A proposito: a quelli che vi dicono che “Frozen Jap”, su “McCartney II”, è ispirata dall’esperienza in carcere in Giappone, rispondete tranquillamente che è stata registrata – e intitolata – prima di quel fatto…)

La canzone in cui si fa riferimento all’arresto di McCartney per droga in Giappone è invece “Japanese Tears”, title track del terzo album da solista di Denny Laine degli Wings:

APPROFONDISCI:

Scheda artista
Tour&Concerti

Testi

Follow


Radio Emotions
Current track
TITLE
ARTIST

Apple Winamp windows Media Player Real Player QuickTime
WhatsApp Logo