Concerti, J-Ax e Fedez, la festa ‘finale’ per i 79mila di San Siro: il giorno più bello, unico, ‘fino a quando non finiremo i soldi…’ – FOTO GALLERY

Written by on 2 giugno 2018

Concerti, J-Ax e Fedez, la festa 'finale' per i 79mila di San Siro: il giorno più bello, unico, 'fino a quando non finiremo i soldi...' - FOTO GALLERY

Fuochi artificiali. Ledwall e laser. Un palco centrale accerchiato da più di 79mila persone – "il dato più alto mai registrato per un concerto nel San Siro moderno", precisa orgogliosamente il promoter Clemente Zard. Più che un "divorce party", "La finale", il concerto col quale J-Ax e Fedez (auto)celebrano la fine (o interruzione momentanea? Loro scherzano ("Quando finiremo i soldi potremmo sempre giocarci la carta della reunion") ma l'ultimo atto della loro collaborazione sembra più una festa da ultimo giorno di scuola. "Il concerto della vita", lo chiama J-Ax, "che chiude un capitolo della nostra vita molto importante". Un giorno dove vale tutto.

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/71g7paMucYDwYaTZth0Dkz4HEcE=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/foto-concerto-jax-fedez-milano-1-giugno-2018-prandoni-296.jpg

"E' da qualche mese che ci chiedono se siamo emozionati per suonare a San Siro", ammette l'ex frontman degli Articolo 31 poco prima di salire sul palco: "Noi rispondevamo sempre 'no, alla fine è un concerto come un altro'. Adesso, ufficialmente, siamo sotto shock".

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/hxWb4W5Gd--04fG0IvS4oXmYGNM=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/foto-concerto-jax-fedez-milano-1-giugno-2018-prandoni-250.jpg

Da un lato c'è l'attitudine degli outsider che espugnano un tempo del mainstream con le proprie forze ("Ci tengo a ricordare", specifica J-Ax, "che questo show è stato realizzato da una realtà indipendente"), dall'altra quella più festaiola, più propensa a godersi il momento che non a segnare un altro record sul proprio palmares. Perché alla fine la parola chiave della festa non è "addio", a prescindere dai propositi di piano pensione del duo: "Continuare con questo progetto sarebbe la cosa più logica da fare, economicamente parlando", ammette Aleotti, "Le nostre prerogative sono sempre state altre. La nostra collaborazione è nato per esigenze artistiche, e da un'amicizia. E per prenderci una pausa dalle nostre rispettive carriere soliste".

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/HbpSTl4-E3WBtUE6P9taWQe5DsI=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/foto-concerto-jax-fedez-milano-1-giugno-2018-prandoni-407.jpg

Carriere soliste che continueranno, a velocità diverse – mentre Fedez ama "portarsi avanti", spiegando di avere già del materiale da lavorare, Ax ammette di voler "sparire per un po', per fare il papà che di giorno scrive" e per tutto il resto del tempo si gode la famiglia – ma sulle quali per il momento è calata una fittissima coltre di riservatezza. E la cosa non stupisce, perché quella del primo giugno è la sera della "Finale", e nient'altro.

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/wOPfEHkhYPauAESus90jEBkQU6o=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/foto-concerto-jax-fedez-milano-1-giugno-2018-prandoni-450.jpg

La festa di fine anno – anzi, dei "tre anni che ricorderemo per la nascita dei nostri figli e per essere entrati nelle case di tutti gli italiani" – è un gran varietà pop che funziona alla perfezione, dal punto di vista scenografico. E come tutti i gran varietà ha i tempi calibrati al millesimo – "Non vogliamo fare la fine di Springsteen [quella dei "22 minuti" dei quali Rockol si occupò ampiamente"]", spiegano i due rapper e Zard – con una traccia molto precisa ed equilibri molto distribuiti con molta attenzione nella setlist. E' il bello, e allo stesso tempo il limite, delle megaproduzioni: uno show del genere non permette sbavature, né licenze o deroghe nelle tempistiche. Piaccia o meno – al pubblico presente al Meazza sembra piacere, e parecchio – l'improvvisazione non abita qui: nemmeno quando il pubblico reclama a gran voce il bis, dopo "Vorrei ma non posto", in chiusura. L'ossatura piuttosto telefonata della scaletta (coi medley di presentazione all'inizio, l'intervento degli ospiti nella parte centrale dello show e il trittico killer "Italiana", "Senza pagare" e "Vorrei ma non posto" in chiusura) viene perdonata, e si perde tra biker, ballerini, fuochi d'artificio, giochi di luce, coreografie del pubblico (a cura di Google) e una bambola gonfiabile alta come un palazzo di tre piani (su "Olivia Oil"). J-Ax e Fedez volevano una festa unica per i quasi 80mila del Meazza, e questo hanno fatto. La promessa, da questo punto di vista, non si può dire non sia stata mantenuta.

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/8C8z6FuGLt6-MGiGgX-mv2leJaM=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/foto-concerto-jax-fedez-milano-1-giugno-2018-prandoni-559.jpghttps://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/8C8z6FuGLt6-MGiGgX-mv2leJaM=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/foto-concerto-jax-fedez-milano-1-giugno-2018-prandoni-559.jpghttps://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/YcIFVaDPmnF3orrVe6M8t7FJLSM=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/jaxfedez1.jpghttps://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/BQKbChJqDqi19QYcDnbvNHB1AZk=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/jaxfedez2.jpg

APPROFONDISCI:

Scheda artista
Tour&Concerti

Testi

Follow

giu

1


J-Ax & Fedez in concerto


Stadio Meazza


Milano


Scopri tutte le date


J-Ax & Fedez, la recensione di "COMUNISTI COL ROLEX (MULTIPLATINUM EDITION)"

"Comunisti col Rolex" è stato l'album che ha rappresentato l'apice della collaborazione di J-Ax e Fedez. Le loro strade, in passato, si sono incontrate più volte (i due hanno anche fondato l…
Vai alla recensione


Radio Emotions
Current track
TITLE
ARTIST

Apple Winamp windows Media Player Real Player QuickTime
WhatsApp Logo