Coldplay (nei cinema con “A head full of dreams”): il pop-show perfetto

Written by on 31 Ottobre 2018

Arriva al cinema a novembre il film evento “A head full of dreams”, che racconta la carriera dei Coldplay dagli esordi fino ad oggi. La pellicola sarà nelle sale cinematografiche italiane solo per un giorno, il 14 novembre (con distribuzione Nexo: qua l’elenco delle sale): diretto da Mat Whitecross (già dietro la cinepresa per “Supersonic”, il docu-film sugli Oasis), il film ripercorre vent’anni di prove e concerti della band guidata da Chris Martin, tra episodi della storia del gruppo e riprese girate durante il tour di “A head full of dreams”, a quello show che al tempo chiamammo il “Il pop-show perfetto”, recensendo il concerto di San Siro.
Per l’occasione, e in attesa del film, ripercorriamo quel concerto, con la recensione scritta il 3 luglio del 2017.

 

Fuochi d’artificio. Coriandoli. Braccialetti luminosi. Megaschermi. Laser. Cannnoni che sparano fuoco. Palloncini colorati. Un palco che cambia colore in continuazione. Canzoni da cantare a squarciagola, dalla prima all’ultima, nota per nota.  Con “A head full of dreams”, i Coldplay hanno portato a San Siro uno show spettacolare che più non si può. Il pop, fatto alla perfezione.
Sono le 21.20 quando nella stadio di San Siro risuona le voce di Maria Callas: sta per cominciare la serata. In pochi minuti i Coldplay definiscono le coordinate dello show: prima, sul megaschermo, un video con il countdown all’inizio, che si conclude con gruppo di ragazzi italiani che annuncia “La band migliore del mondo”. Quindi iniziano a lampeggiare i braccialetti che gli spettatori hanno ricevuto all’entrata dello stadio. Dal palco partono fuochi d’artificio, la band entra poi attacca “A Head Full of Dreams”. E il pubblico inizia a cantare, e non smetterà per le due ore dello show.

(Fonte: Rockol)


Radio Emotions
Current track
TITLE
ARTIST

Apple Winamp windows Media Player Real Player QuickTime
WhatsApp Logo