menu Home chevron_right
MAGAZINENEWS

CLAUDIO COCCOLUTO, SE NE VA UN FUORICLASSE DELLA CONSOLLE

LUKAGEE | 02/03/2021

Difficile scrivere qualcosa su un artista che ci lascia, ancora più difficile scrivere di un vero maestro come Claudio Coccoluto.

Un dj che, nonostante fosse legato ad un mondo “underground”, nel senso più ampio del termine, è rimasto da sempre uno dei protagonisti della consolle più popolari della nostra nazione. Questo grazie al suo grande gusto musicale, al suo modo di essere genuino, e anche ad alcune produzioni che hanno lasciato il segno nel suo percorso discografico.

Originario di Gaeta ma “adottato” dalla Ciociaria, più precisamente Cassino, la carriera di Cocco è legata indissolubilmente al Goa Club, locale romano fondato da lui stesso e Giancarlino nel 1995. Tante date in giro per il mondo, l’entrata nella classifica di Dj Mag (nel 1997), un programma su Radio Deejay dove mixava in diretta, C.o.c.c.o., andato in onda dal 2003 al 2009 e addirittura la presenza nella giuria di Sanremo, nell’edizione del 2003.

Famose anche le sue esternazioni contro David Guetta (“io e lui non facciamo lo stesso mestiere”, affermò in una intervista del 2015) e il suo rifiuto a certe logiche discografiche, come da lui ammesso qualche anno fa in un articolo apparso sul blog di Decadance riguardo il suo “Belo Horizonti”, firmato come The Heartists insieme a Savino Martinez, uscito in origine sull’etichetta dei Basement Jaxx e che conteneva il sample di un brano brasiliano di Airto Moreira (oggetto di un remake nello stesso periodo da parte dei tedeschi Bellini).

Poi ancora tante produzioni sulla sua etichetta The Dub, su Umm e remix per Jinny, The Fog e Coimbra, progetto che nel 1998 riuscì a svettare nelle classifiche con “Another Star”, cover in salsa latina di un pezzo di Stevie Wonder. 

Una brutta malattia contro cui combatteva da tempo l’ha portato via, ma lui rimane e rimarrà nella storia come un vero fuoriclasse, dentro e fuori “dal campo”. Un qualcosa che non è da tutti. 

Ciao Cocco, grazie di tutto!

Luca “Lukagee” Giampetruzzi

Written by LUKAGEE





  • cover play_circle_filled

    01. Feel my dreams
    Tom Cuffia

    2,50
play_arrow skip_previous skip_next volume_down
playlist_play