Stewart Copeland, il moto perpetuo dei Police. Queste le canzoni che ha scritto

Written by on 16 luglio 2018

Stewart Copeland, il moto perpetuo dei Police. Queste le canzoni che ha scritto

Stewart Copeland è un grande batterista cui non hanno mai fatto difetto curiosità e fantasia. La sua carriera include esperienze con il progressive dei Curved Air alla metà degli anni settanta; a una buona produzione di colonne sonore (“Rusty il Selvaggio”, “Wall Street”, “Piovono pietre”, solo per citarne alcune); al progetto Oyesterhead con Les Claypool dei Primus e Trey Anastasio dei Phish nel 2001; al ruolo di ‘maestro concertatore’ alla notte della Taranta 2003 fino ai recente supergruppo dei Gizmodrome insieme a Mark King dei Level 42, Vittorio Cosma (Elio e le Storie Tese, tra gli altri) e Adrian Belew dei King Crimson.

Però, inutile dirlo, deve gran parte della sua fama all’essere stato il batterista dei Police. La band inglese ebbe una vita relativamente breve, solo sette anni: a grandi linee, dal 1977 al 1984. Sette anni e cinque album, per essere più precisi. Stewart, che oggi compie 66 anni, dei Police è stato il motore primo e nei Police ha infuso tutto il suo giovanile vigore. Festeggiamo il suo compleanno riportando tutti i brani scritti per quella grande band.


Avanti


Radio Emotions
Current track
TITLE
ARTIST

Apple Winamp windows Media Player Real Player QuickTime
WhatsApp Logo