Linkin Park dopo la morte di Chester Bennington. Parla Mike Shinoda: ‘Tornare in studio ci faceva paura. Ho scritto alcune canzoni in stile grunge’

Written by on 24 marzo 2018

Linkin Park dopo la morte di Chester Bennington. Parla Mike Shinoda: 'Tornare in studio ci faceva paura. Ho scritto alcune canzoni in stile grunge'

Otto mesi dopo la morte di Chester Bennington, Mike Shinoda torna a parlare degli effetti che l'improvvisa scomparsa del cantante ha avuto sui Linkin Park e su di lui.

Shinoda ha concesso un'intervista alla rivista musicale britannica Kerrang in cui ha raccontato quanto è stato difficile, per la band losangelina, rimettersi al lavoro senza Bennington:

"Una settimana dopo la morte di Chester ci faceva paura l'idea di tornare in studio. E non era solamente l'idea di provare a fare una canzone e di essere sopraffatti da quei ricordi. C'è un altro tipo di paura per gli artisti, in situazioni del genere: 'Cosa succede se non riesco a fare nulla di buono, senza quella persona?. Questi ostacoli cominciano ad accumularsi e si crea un'eco di ansia".

Quell'ansia, lui, ha provato a trasformarla in nuova musica (dopo l'EP pubblicato lo scorso gennaio, Mike Shinoda ha recentemente confermato di essere al lavoro su un album in proprio):

"Ho fatto brutte canzoni in stile grunge anni '90, poi brutte canzoni rap. Infine, qualcosa di buono. Mi sono semplicemente tuffato in alcune idee che avevo già in testa".

APPROFONDISCI:

Scheda artista
Tour&Concerti

Testi


Linkin Park: l'omaggio live a Chester Bennington

Il 2017 non è stato tenero in termini di lutti musicali e soprattutto rock; in particolare l’uno-due da KO a centro ring, fra il 18 maggio e il 20 luglio, che ha visto due frontman iconici – e…
Vai alla recensione


Radio Emotions
Current track
TITLE
ARTIST

Apple Winamp windows Media Player Real Player QuickTime
WhatsApp Logo